Settori

Smart Protection & Insurtech

Il settore assicurativo è maturo e con una reddittività abbastanza stabile nonostante le sfide regolamentari e d’innovazione, ma il mercato delle protezioni, è ampiamente sottodimensionato rispetto al resto dell’Europa e del Mondo sviluppato.

Il peso dei premi danni non auto sul PIL nei paesi più comparabili (Francia, Germania, Spagna, UK) è abbondantemente oltre il doppio di quello italiano. Vi sono varie motivazioni strutturali, macroeconomiche e sociologiche, ma esistono limiti significativi anche nell’offerta e nella distribuzione dei prodotti assicurativi che riteniamo possano essere superati con un approccio di Smart Protection, che combina la centralità del cliente con la tecnologia digitale.

La Smart Protection è un approccio integrato con due pilastri:

 

  • l’Open Innovation, basata sulla cooperazione con il mondo insurtech, particolarmente nelle aree meno coperte dagli incumbent (es. contestualizzazione della protezione nel luogo e nel tempo in cui si trova il cliente) e sulla focalizzazione, anche interna alle compagnie, agli elementi di innovazione a più alta leva di ritorno in termini di margine operativo prospettico (che spesso, ma non sempre, corrisponde al livello più alto di “disruptive change”)
  • l’Ecosystem Building, la costruzione di ecosistemi focalizzati a bisogni fondamentali dei clienti come la salute e l’abitazione, in cui la copertura assicurativa viene integrata in altri servizi come la prevenzione, la cura, le riparazioni, la gestione della casa e della salute in tutti i suoi aspetti. Le Compagnie in questo ambito possono scegliere se prendersi carico dell’integrazione dei servizi e assumere il ruolo di “orchestratori” oppure partecipare in maniera cooperativa e proattiva, ma non preminente.
ALTRI SETTORI
Share This